martedì, gennaio 29, 2013

Della determinazione


Può una stufa a legna dare lezioni di vita? Ebbene si. O almeno, questa è la mia esperienza. La nostra stufa a legna ci ha insegnato in questi due giorni, una grande lezione: chi la dura la vince, o anche: si può fare (quasi) tutto da soli.

Questo post vuole anche essere un rifermento utile per tutti quelli che hanno una stufa a legna, e si dovessero malauguratamente trovare in una loro domenica libera, con fuori il sole ma anche l'aria freddina, con la stufa che non funziona. E che volessero cercare aiuto su Internet (cosa che abbiamo fatto anche noi, ovviamente, ma senza trovare consigli precisi per il nostro caso. Anzi, imbattendoci in foto e video di Americani precisi e ordinati, che hanno i ciocchi di legno tagliati tutti uguali e perfetti, e una stufa che funziona che pare finta).

Da qualche tempo la nostra stufa faceva un gran fumo dal comignolo su tetto: un fumo bianco, denso, anche...troppo fumoso. Ma non ci avevamo dato peso, vuoi per l'inesperienza, vuoi perchè si sa, i comignoli fanno fumo, anzi, vedere il fumo dal comignolo su tetto mi faceva Casa, Calore, Due Cuori e una Capanna.

Invece, assai meno romanticamente, quello è già un segnale di malfunzionamento. Eh già, pare che dai comignoli debba uscire aria calda, e fumo si, ma poco: non certo quelle nuvole bianche che uscivano dal nostro (questa nozione l'abbiamo imparata dai suddetti Americani Maniacali Con I Ciocchi Di Legna).

Poi, la stufa ha cominciato a fare fumo anche in casa. Assai poco romantico. Non era molto fumo: faceva fumo all'accensione, quindi stavamo con le finestre aperte, poi la stufa partiva e il fumo non c'era più.

Insomma, domenica mattina decidiamo di pulire i tubi della stufa.
Vanno puliti una volta ogni due mesi: la nostra legna è un pochino umida, quindi abbiamo deciso di dare una pulita ai tubi per togliere l'inconveniente fumo, ingenuamente pensando di risolvere.

Illusi.

Abbiamo rimontato i tubi, che non erano manco sporchi, e abbiamo riacceso la stufa, tutti contenti.
Ha iniziato a sbuffare fumo dallo sportello da ogni fessura possibile e immaginabile, in meno di due minuti in casa nostra c'era la nebbia che quando vivevo a Bologna e studiavo ad Imola me la ritrovavo ogni mattina, insieme alla colazione.

Se si apriva la valvola dell'aria di sotto, la fiamma si spegneva. Se si apriva lo sportello principale, quello del carico della legna, allora la fiamma tirava verso l'alto, e non faceva fumo. Però non è che si può stare con lo sportello aperto tutto il giorno, giusto?

Quindi: ricontrolliamo i tubi. A posto. Facciamo una foto con il flash alla canna fumaria, per vedere se è occlusa. Libera e pulita, perfetta. Quindi, cosa potrebbe essere?

Intanto chiamiamo: lo spazzacamino, che può venire solo giovedì. Il tecnico della stufa, che non risponde. La mia nonna, che dice che vedrai è la canna fumaria.

Ci rassegniamo (apparentemente). Staremo al freddo e al gelo fino a giovedì, senza il tepore e la compagnia della nostra adorata stufa.

Io prima di addormentarmi penso: tubi stufa, cambiare tubi stufa, forse sono i tubi stufa...e sogno solo di stufe, camini e mary poppins.

La mattina dopo: ci riproviamo. Ora, poichè le cose facili non ci piacciono, abbiamo anche una bella nevicata fuori dalla porta. Quindi gli spostamenti sono difficili, ma riusciamo comunque ad arrivare all'emporio, dove ricompriamo lo schotch di alluminio per le guarnizioni della stufa.

Vedrai è per quello, ci saranno microfessure nei tubi, prende ara da lì e fa fumo in casa.
Mettiamo lo schotch.
Riaccendiamo la stufa.
E siamo di nuovo in Val Padana.

Io sto per gettare la spugna. Non si riesce a venirne a capo.

Ultima spiaggia: smontare COMPLETAMENTE la stufa. Il Re delle Fate mette lo Svitol sulle viti (spanate) del piano stufa. Riesce a svitarle. Apriamo la stufa come se fosse un magico forziere, e dentro troviamo cenere.
Tanta cenere.

Quindi ci mettiamo a pulire, in ogni micro interstizio, in ogni fessura, in ogni piccolo buco.

Poi rimontiamo la stufa, ma siamo quasi certi che farà fumo.
Eppure...

La stufa si accende benissimo. Niente fumo. Fiamma alta, verso il cielo. E dal comignolo fuori, zero fumo anche da lì! Come la casa degli Americani, meglio degli Amish.
Incredibile.

Ce l'abbiamo fatta!



Quindi, ricapitolando per chi avesse una stufa a legna che fa fumo in casa:

- smontare i tubi e pulirli perfettamente, con il riccio metallico apposito
- controllare che la canna fumaria sia libera
- smontare la stufa al suo interno e pulirla perfettamente, togliendo cenere e incrostazioni

- usare legna asciutta
- non caricare troppo la stufa all'accensione

La nostra è una stufa Sideros, modello Tiffany.


Ho imparato a non demordere. A credere nelle mie capacità. A mantenere la calma, e a cercare soluzioni logiche. Ho imparato che per aggiustare una cosa, bisogna conoscerla profondamente. 

E tutto grazie ad una stufa a legna :)



Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Permissions beyond the scope of this license may be available at cecilia.lattari@gmail.com



16 commenti:

  1. Ti amo! ANZI, VI AMIAMO!!! so0no dieci giorni che la nostra stufa nuova del piano di sopra fa così !!!! Lo faccio subito leggere al cinico, è esattamente quello che succede anche a noi e stavamo per smontare la canna fumaria (che è allucinante, attraversa un pezzo di soffitta e va sul tetto, bisogna togliere tutto per farlo e stavamo per piangere... sul tetto con la neve!)

    Proviamo a smontare tutta la stufa! grazie grazie grazie!!! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, smonta tutta la stufa. Cercate di smontare fino quasi all'esploso ;)
      Poi pulisci tutto bene bene, sembra impossibile ma anche un pochina di cenere può ostruire il tiraggio della stufa!

      La canna fumaria è occlusa solo quando anche se accendi il fuoco nella stufa e magari le fai prendere aria, vedi che la fiamma non tira verso l'alto. Se tira verso l'alto, vai tranquilla, canna fumaria libera :)

      Felice di essere stata utile!!

      Elimina
    2. Tesora... non ci ha funzionato. In più abbiamo estratto letteralmente la canna fumaria dalla soffitta e il cinico è dovuto salire sul tetto con la neve e il ghiaccio a rimontarla... dopo di che andava peggio di prima. Piangooooo! (e piango anche per i caloriferi accesi, al piano di sopra si gela!)

      Elimina
    3. Mannaggia! Mi dispiace! quindi non avete capito che problema ha a vostra stufa? Avete pulito tutto a fondo, immagino...ma se la canna fumaria tira bene dovrebbe essere un problema di stufa. Tienimi informata cara :*

      Elimina
    4. molto spesso è solo questione di che tipo di legna fai ardere, il pino ad esempio è molto ricco di resina ed intasa tutto! ;)

      Elimina
  2. Da noi i tubi vengono puliti ogni anno dalla spazzacamino, la stufa a legna la usiamo pochissimo, uno perché è posta in un posizione terribile ed è una stufa moderna che non ci piace proprio...ma non vediamo l'ora che il nostro camino venga riparato e magari ci sarà anche la sorpresa del forno a legna...non vedo l'ora!!! È dieci anni che abbiamo un camino e non possiamo accenderlo per via della canna fumaria in pessime condizioni...e quest'anno finalmente potremmo accendere il fuoco anche noi!!!
    Comunque terrò presente quanto scritto così se succederà saprò cosa fare!!!Grazie.

    RispondiElimina
  3. Intanto buon compleanno per ieri, se non erro:))
    Non avrei mai pensato alla cenere... Mi tornerà utile questa tua spiegazione. Grazie;)

    RispondiElimina
  4. Ho sempre pensato che un po' di sano lavoro manuale potrebbe salvare l'autostima e la motivazione di molti ragazzi! Perseveranza, tenacia, osservazione, pazienza, ascolto: che grande lezione, da una stufa!

    RispondiElimina
  5. mi manca la studa.... ma quando l'avrò considererò tutti i tuoi cosigli!!!
    un Sorriso...

    RispondiElimina
  6. BRAVISSIMI!
    E' davvero una bella lezione questa che vi ha insegnato la stufa....grazie di averla condivisa!! :*

    RispondiElimina
  7. Mitici!!
    Io e l'Orso (anzi, lui...io non avrei saputo come fare) ci saremmo lasciati tentare dalla soluzione moccolo e poi saremo congelati.
    Questo post mi ha fatto ridere un sacco perché
    1) "chiamo lo spazzacamino...poi chiamo la nonna"!! Le Nonne Pese infatti sono un'autorità anche riguardo le stufe perché di solito ne hanno una...la mia sì, almeno! Ahaha! :D
    2) "sogno di spazzacamini e Mary Poppins": la parte del ballo sui tetti è una delle mie preferite!
    3) "Siamo di nuovo in val Padana": io ci sono adesso...il tempo di sconfinare col treno e il solicino splendente del versante toscano lascia il posto a LEI...la nebbiaaaa... :(

    Buona giornata, cara Ceci :*

    RispondiElimina
  8. che bravi, io mi sarei persa d'animo subito! grazie per avere condiviso il racconto di questa esperienza :)

    RispondiElimina
  9. che bravi, io mi sarei persa d'animo subito! grazie per avere condiviso il racconto di questa esperienza :)

    RispondiElimina
  10. bravi bravi..
    auguri carissimi per il tuo compleanno! ti ho pensata ma non sono riuscita a mandarti gli auguri prima di ora...
    ciao ciao un abbraccio cara

    RispondiElimina
  11. Grazie....ci avete salvato!non sapevamo più cosa fare...abbiamo seguito le vostre indicazioni e voilà ora la stufa funzionaaaa....mentre leggevamo la vostra pubblicazione ci sembrava di rivivere la nostra situazione....grazie grazie e ancora grazie


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, sono contenta che anche dopo un anno questo post possa essere utile :)

      Elimina