lunedì, gennaio 30, 2012

Spazio per Creare


Camminare nei boschi è fonte di ispirazione, dicevo; allo stesso tempo il Bosco regala i suoi doni a chi sa vederli. L'altra mattina ho raccolto queste foglie di Edera, e ne ho preso anche un tralcio di cui sto provando a fare talea: non comprate le piantine di Edera ma fatene talee dalle siepi e dalle altre piante che incontrate. L'Edera attacca facilmente!

Ho incerato queste foglie, per mantenere intatto il colore e perchè il tempo non le danneggi: le ho poi mescolate con rametti, bacche, frutti di Cipresso e piccole pigne. Ne è venuta fuori una candela magica, dedicata ad Imbolc, Candelora. E anche l'idea di una collezione completa di candele dedicate all'inverno, realizzate con i doni del bosco.



Oggi pomeriggio andrò a raccogliere piccole pigne,  per realizzarne altre. Tutte diverse l'una dall'altra!


Quassù aspettiamo la neve. Dicono che debba nevicare, anche se il cielo è terso e senza nuvole. Ma la neve è così, sempre inaspettata. Ti svegli una mattina, e il mondo è diventato di soffice cotone bianco. Tutto è silenzio, e intorno a casa ci sono le piccole orme del pettirosso, e le impronte dei cervi e dei cinghiali.

Oggi, lunedì,  è il giorno in cui mi organizzo le autoproduzioni per la settimana.

Questa settimana devo fare:


bagnoschiuma
shampoo
rifare il pane (lo abbiamo fatto sabato ed è venuto buonissimo, è già quasi finito!)
rimettere in moto la vegan star e fare il latte di soia, come insegna la cara Erba Viola

Se anche voi questa settimana volete spignattare, e cercate una ricettina, vi lascio la ricetta della mia

Crema Corpo ChocoOrange




40 gr di burro di karitè
25 gr di olio di mandorle dolci
1 cucchiaino di cacao in polvere
20 gocce di olio essenziale di arancia dolce

Mescolate in una terrina l'olio di mandorle con il burro di karitè, schiacciando bene l'impasto ai bordi in modo da amalgamarlo tutto. Poi aggiungete il cacao e infine l'olio essenziale.
Trasferite il tutto in un barattolo pulito e conservate al fresco.
Questa crema non contiene acqua, e quindi si conserva tranquillamente per circa un anno.

Grazie al contenuto di burro di karitè, è indicata come idratante, per pelli secche e per massaggi confortanti.

Buon lavoro!



Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Permissions beyond the scope of this license may be available at cecilia.lattari@gmail.com.

22 commenti:

  1. Ho scoperto da poco il tuo blog e ne son rimasta davvero affascinata! Sto provando a fare il pane in casa;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Nina! Bello, fammi sapere se ti è venuto bene :)

      Elimina
  2. devo assolutamente procurarmi questo burro di karitè!

    RispondiElimina
  3. Wow che spettacolo le tue candele! Buon spignattamento:)

    RispondiElimina
  4. è bellissimo il tuo modo di creare! ricettine sempre molto preziose...
    Aspettami, eh, che con la neve m'imbacucco bene e mi arrampico sul monte! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro...la neve è arrivata!! :)

      Elimina
  5. A me la crema corpo è venuta voglia di mangiarla eheheheh!
    Baci :*
    PS: queste ultime creazioni con i doni del bosco sono assolutamente SPLENDIDE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesora. Te ne regalo un pòla porssima volta che la faccio :)

      Elimina
  6. Edera questa crema deve essere uno spettacolo, mi sai indicare dove posso trovare il burro di karitè?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, il burro di karitèlo trovi nelle erboristerie. Sennò c'è un sito molto fornito, dove io prendo tanti ingredienti: www.aroma-zone.com . Un bacio!

      Elimina
    2. Grazie l'ho trovato al bio! :)Posso parti una domanda idiota? ma il cacao non colora la pelle?

      Elimina
  7. Quindi per preparare questa crema non c'è bisogno di sciogliere gli ingredienti sul fuoco? basta amalgamare il tutto?
    poi volevo farti un'altra domanda....come lo prepari tu lo shampoo? io ho una ricettina con farina di ceci e miele ma me lo preparo al momento perchè essendoci il miele è un po' deteriorabile....tu hai una ricetta più "duratura"?
    grazie per i tuoi post, sono sempre così "illuminanti"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, basta amalgamare il tutto! Non importa il bagnomaria. Io lo shampoo lo faccio come faccio il sapone: preparo uno shampoo solido, con vari olii, che poi uso come shampoo. Quello alla farina di ceci l'hoprovato ma non è funzionale per me...ho i dreadlocks e preferisco lavarli con il sapone a scaglie.

      Elimina
  8. Cara Edera, è sempre bello curiosare un po' il tuo mondo fatato. Ho letto che ti prepari il bagnoschiuma, mi insegneresti? E lo shampoo lo fai anche tu con la farina di ceci? Io per togliere un po' il forte odore di ceci aggiungo limone e cannella, tu hai altri modi? Mi piace sperimentare soluzioni sempre diverse :) E la tua crema è semplicemente deliziosa, la proverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta del bagnoschiuma mi sembra di averla già postata qui sol blog, dai un' occhiata ai post indietro...altrimenti presto farò un altro post dove rimetterò la ricetta :)

      Elimina
  9. Sei proprio magica, Edera...
    Un abbraccio cara
    e buona giornata
    marianna

    RispondiElimina
  10. Io ho appena fatto un lucidalabbra , vorrei provare la tua ricetta per la crema, ma mi chiedo una cosa, a causa del cacao, la crema macchia la pelle?
    Grazie in anticipo

    RispondiElimina
  11. La quantità di cacao è molto bassa, quindi non macchia la pelle. Viene comunque assorbito, e quindi non lascia traccia! Comunque ti consiglio di farne una piccola quantità e di provare, a volte dipende anche dalla composizione della pelle. Così sperimenti e vedi :)

    RispondiElimina