venerdì, gennaio 13, 2012

Insegnamenti


Questa bellissima Luna Piena, fotografata dal re delle Fate, è la luna piena dei Gennaio, che ha rischiarato i nostri passi l'altra sera, di nuovo alla ricerca di luoghi sacri a Piteglio. Luna Piena in Cancro, Luna del Lupo, luna dedicata alle acque, emotive e non.
Infatti il nostro girovagare ci ha portati al lavatoio antico di Piteglio, posto proprio su di un crocicchio di stradine, in una via che si chiama Via delle Fati. Accanto al lavatoio c'è una piccola Madonnina, chiamata Madonna delle Fati. Il corso d'acqua, che scorre lungo questa viuzza, si chiama Fosso delle Fate, e si dice che la sua acqua avesse proprietà benefiche. Anche se i vecchi del paese raccomandano di non bere l'acqua delle fontane di notte, altrimenti le fate ti portano via! Si crede che i mulinelli che ci sono nell'acqua siano in realtà folletti, che ti attirano dentro l'acqua per i capelli e poi ti lanciano su in cielo.

Abbiamo cercato la strada per arrivare alla Pieve vecchia, una chiesa antica nel paese, dove si intrecciano tradizioni pagane e popolari...solo che non l'abbiamo trovata. Abbiamo però camminato nel paese alla luce della Luna piena, benedetti dall'acqua fatata, incontrando solo gatti.



Questo era vicino al crocicchio, e ci scrutava con aria enigmatica, amichevole, lunare. Gentile SOGNor gatto al chiaro di luna. Anche se sono convinta che fosse una gatta :)


E così è poi passata la mia prima settimana post-negozio. Credevo che mi sarei annoiata, invece non mi sono fermata un attimo!

Il più grande insegnamento mi è stato dato da Tiffany. Tiffany è la nostra stufa. Ha questo nome un pò retrò-snob, ma anche senza troppe pretese. Come è lei, del resto. Perchè la stufa a legna diventa un'entità vivente, che se è spenta è come se qualcuno mancasse in casa, che se non scalda capisci che è arrabbiata, che se fa fumo vuole comunicarti qualcosa.

A volte insegna più una stufa che un librone di mille pagine. A me ha insegnato due grandi verità: la prima, che ripete sempre mia nonna, è che chi non fa, non falla. Chi non prova a fare le cose, non sbaglia, è vero: ma sbagliando si impara, e mi fermo qui per evitare una pioggia di frasi fatte.

Il fatto è che Tiffany l'altra sera ha iniziato a fare fumo. Prima poco, poi sempre di più. Stavamo dormendo, ma l'odore del fumo ci ha svegliati (e ci sarebbe stato anche il rilevatore di monossido, che direi essenziale in ogni casa che abbia la stufa a legna). Apri tutte le finestre, le porte, fai uscire ilfumo. E la stufa non riparte. Riproviamo ad accenderla al mattino, ma fa di nuovo fumo. Quindi, dopo che il Re delle Fate va a lavoro, rimaniamo solo io e la stufa.
Io e Tiffany.
Nonostante la sua aria liberty e riservata, la smonto.
Proprio così.
Sfilo i tubi, li porto fuori, li pulisco ben bene.

Mai avevo fatto una cosa del genere prima, manco pensavo che mi sarebbe riuscita. Ma: l'ho fatta. Senza neanche le istruzioni :)

Nonostante la pulizia, Tiffany sbuffa ancora. Mi metto quasi a piangere. Chiamo il Re delle Fate, che smobilita tutta la possibile assistenza tecnica, e dopo telefonate, appuntamenti presi e rinviati, etcetera, scopriamo che Tiffany vuole essere pulita nel suo girofumi.

Giro-che?

Ebbene si: scopriamo che Tiffany ha una specie di cassettino segreto, o delle meraviglie, dove si annidano chili e chili di cenere che nessuno aveva mai pulito prima.

Svitiamo il tappo (invisibile fino a prima) che si trova dietro la stufa, puliamo il girofumi, io vado anche a comprare dei nuovi tubi per sostituirli ai vecchi che si, erano ancora abbastanza provati dal creosoto.

Accendo la stufa. E Tiffany mi ringrazia con una fiamma perfetta, lineare, luminosa, verso l'alto, verso il Cielo.

Oltre alla fiamma, e alla casa di nuovo calduccina e senza fumo, Tiffany ci ha insegnato che siamo in grado di fare molto di più di quello che pensiamo di saper fare.

E poi, altro grande insegnamento che ogni giorni apprezzo sempre di più, è che ingegnarsi per far le cose da sè regala davvero un'immensa gratificazione.

Come il detergente pulitutto al bicarbonato della fantastica Veggie, che ho realizzato e con il quale lavo tutto, dalle superfici della cucina, ai lavandini del bagno, ai piatti. Davvero fantastico! Ecco qua il mio:




In questo momento, ho finito di versare la cera per nuove candele, fuori soffia il vento e Tiffany borbotta. Borbotta, ma so che è felice. Il suo vetro è trasparente, ho pulito anche quello, così riesco a vedere il suo cuore. :)

11 commenti:

  1. Carissima, ho scoperto da poco (e per caso) il tuo blog, che mi ha affascinata tanto, e me lo sono letto tutto :-) Sento una grande affinità con quello che scrivi e vivi, e con lo "stile" di vita che hai/avete, che é molto simile al nostro.L'amore per la natura, per la montagna, per le piante e gli animali, e per tutto ciò che va oltre il tangibile e visibile:fate, folletti...da cui scaturisce un modo di vivere diverso, molto più semplice, molto più spartano, e molto felice.
    Un abbraccio, Daniela da Cuneo

    RispondiElimina
  2. Ps forse la conosci già, ma io adoro leggere Boho Girl www.deniseandrade.com :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, sono felice di sapere che non sono la sola :) No, non conoscevo Boho Girl, grazie per il link, penso che me lo guarderò ben bene. Un abbraccio a te!

      Elimina
  3. carissima, il tuo nuovo blog è bellissimo, complimentoni e un mega abbraccio dal "poggio più sù" ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, ero passata dal negozio ma non c'eri...questa settimana passo una mattina a trovarti! Un abbraccio da Poggio a Poggio :)

      Elimina
  4. E'tutto così meraviglioso... che commozione!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Ho fatto anche io la cremina! Funziona alla stragrande! Somma invidia per la stufa: a me hanno chiesto 1500 euro per riaprire la canna fumaria e infilarci un tubo di collegamento alla stufa. Son pazzi.

    Stella
    www.artedelcambiamento.tk

    RispondiElimina