martedì, novembre 20, 2012

Rosso d'Autunno




Il mio piccolo paesino in Autunno diventa davvero  un gioiello di colori. Cammino per i boschi alla ricerca di legnetti, bacche e ghiande per le mie opere, e mi imbatto in Rossi Incantati, Gialli Girasoli, Marroni Bruni caldi e Accoglienti. La Rosa Canina è ricca di bacche, rosse grazie alla vitamina C che contengono. Le foglie delle querce e dei castagni scricchiolano sotto ai nostri piedi, quando portiamo i cani nel bosco a correre. Sempre attenti ai cacciatori, che non vorremmo prenderci una pallottola mentre facciamo la nostra passeggiata quotidiana.



Poi c'è il Rosso Magico dei funghi di Alice, che spuntano sotto agli abeti vicino Casa Edera. Mi incanto a guardare questi bellissimi funghi, perfetti e così eleganti. Se ne stanno immoti, sotto al verde appuntito degli abeti, chissà cosa pensano.



Dopo qualche giorno senza facebook, che mi rendo conto essere stato davvero un passo importante, noto già piccoli miglioramenti:

ho un sacco di tempo in più
le mie amiche le sento via skype o via telefono, preferendo di gran lunga questo contatto verbale e vocale
tante diatribe e stupidaggini mi sembrano così inutili e lontane
ho ricominciato a studiare e ad approfondire nuove tecniche per fare sapone...

e la lista sarebbe ancora lunga!

Non voglio fare proselitismo, nè consigliarvi di staccare facebook per sempre. Riporto la mia esperienze: per ME, davvero è una scoperta e una grande liberazione!


Per preparare confezioni natalizie per i nostri saponi, ho ripreso in mano l'ago. Da quando ho la macchina da cucire, è davvero raro che io cucia a mano.
Così ieri sera, di fronte alla stufa accesa e ad un filmetto, insieme al mio Re delle Fate, mi sono messa a cucire. Inizialmente sembra noioso, cucire è ripetitivo. eppure, se ti lasci trasportare dal movimento circolare dell'ago, dal rumore che fa quando fora la stoffa, dai movimenti dolci del polso, diventa piacevole. Diventa quasi un mantra fisico, una meditazione serale.

Per ricordarsi che le cose le sappiamo fare, basta solo riprendere in mano gli strumenti!



Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Permissions beyond the scope of this license may be available at cecilia.lattari@gmail.com.

9 commenti:

  1. speravo tanto di trovare un tuo nuovo post!! che bello leggerti! un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un abbraccio a te carissima! Grazie per le tue visite :*

      Elimina
  2. MI piace molto questo tuo blog, ma anche tutte le creazioni in sapone e candele...sono veramente tentata di fare un ordine:)
    mi farebbe piacere se passassi da me :)
    ciao^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passo subito da te...grazie per i complimenti: se vuoi fare un ordine vai sul sito www.aromantiche.wordpress.com, si può comprare direttamente da lì :)

      Elimina
  3. Che meraviglia queste confezioni natalizie :) Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Stella!! un bacio a te!

      Elimina
  4. Hai proprio ragione... ci sono gesti semplici che dovremmo semplicemente riscoprire! anch'io ho una vecchia macchina da cucire ancora funzionante.. se solo trovassi un angolino, un angolino perfetto dove sistemarla.. ci passerei intere giornate ;) !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...magari se guardi bene un piccolo angolo puoi trovarlo...e vedrai quanta soddisfazione poi! Buon lavoro cara :)

      Elimina
  5. e dov'è il Brucaliffo? :D
    è un'incanto leggere questo di posti che conosco fin da piccola, sembra sempre che parli di un mondo fatato parallelo e si sente che è il "tuo" mondo.
    Quello che racconti sul cucire l'ho sperimentato quando ho imparato (più o meno) a fare l'uncinetto: all'inizio dovevo pensare ad ogni gesto per il singolo punto, poi diventa una ripetizione automatica in cui la mente si scollega quasi e come all'improvviso ti trovi fra le mani il lavoro finito. Molto rilassante, quest'estate ho guardato molti film uncinettando, e ora, forse proprio perché incastrata fra diavolerie varie (cellulari, facebook stesso) non riesco a trovare un attimo...penso che a volte è tanto bello essere irraggiungibili...
    a prestissimo! :*

    RispondiElimina