sabato, novembre 24, 2012

L'Orto di Novembre


Basandomi sulla tradizione contadina, che vuole che le fave si seminino il 1 di Novembre, e poi leggendo il blog  di Helga che ci racconta delle sue semine autunnali, mi sono decisa a seminare anche io fave e piselli.

Ieri mattina, complice una bella giornata di autunno, mite e soleggiata, mi sono infilata gli stivali da orto e mi sono messa a lavorare la Terra.
Prima ho tolto tutte le foglie, e raccolto gli ultimi topinambur.


Anche i ravanelli si sono decisi a crescere, e ne ho raccolto qualcuno. Sono belli piccanti, freschi e rossi come ciliegie di autunno. Con i topinambur starsera prepareremo uno sformato, insieme a patate e porri. Adoro i topinambur!

Nell'orto in Novembre qui a CasaEdera abbiamo cavolo nero, tanto, qualche verza smangiucchiata dagli animaletti che vivono qui...e tante tante cime di rapa!


 

Poi ci sono i ravanelli, che però crescono molto lentamente; qualcuno di voi sa darmi qualche consiglio per farli crescere meglio? Hanno sviluppato un grande apparato fogliare, ma la radice è davvero piccina.

In una parte dell'orto ho quindi tolto tutte le foglie, ripulito dalle erbacce e zappato. Poi ho rastrellato, fatto i solchi e seminato fave e piselli.


Mettere i semi nella Terra è un gesto antico. Mi riconnette alla Madre, mi riconnette alla Dea. Anche quando la terra si prepara al riposo, quando sta per arrivare l'inverno, la vita ferve sotto il manto scuro.

Metto semi di zucca e girasole sul tetto della legnaia: ho ospiti fissi una cinciallegra, un pettirosso e anche un topolino di campagna. Siamo riusciti a filmare il topolino, è bellissimo, con gli occhietti scuri e le orecchie rosa!

La Terra si prepara al sonno invernale, spero che culli dolcemente i miei semi, per farli sbocciare in Primavera.



12 commenti:

  1. Ciao Cecilia, ti leggo con molto piacere nella tua ritrovata tranquillità, spero che tutto passi nel dimenticatoio e ti chiedo perdono per non aver compreso la portata di ciò che ha significato facebook per te.....
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara, non devi chiedermi perdono :) Purtroppo facebook è stata un'esperienza davvero davvero devastante, che ha portato tante incomprensioni e che ha amplificato delle cose che (forse) senza quell'aggeggio sarebbero state di misura molto minore. Ti ringrazio per il tuo commento, ti abbraccio anche io e continuo a seguirti sul tuo blog!

      Elimina
  2. Che meraviglia l'orto in tutte le stagioni, è una fatica che riconnette con sè stessi, che insegna l'attesa e la pazienza... è un piacere per me averti scoperto :-)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me, ti seguo con grande interesse :)

      Elimina
  3. Anch'io ho seminato i ravanelli e sono quasi cresciuti ma dovrò coprirli perché stentano un po', ma questa primavera ne avevo seminati un bel filare in un vaso assieme al prezzemolo e son venuti dei ravanelli belli grossi e buoni, con l'orto sto facendo fatica ma con i vasi le cose son sempre venute belle, ma sono una testa dura e l'orto lo voglio fare e mi piace farlo in primavere e autunno, dove le temperature sono miti, l'altro giorno guardando l'orto dalla finestra ho intravisto una zucca di chioggia sopravvissuta da un piccolo taglio penso dal tagliaerba e sono andata subito nell'orto a prenderla è stato un dono molto apprezzato che ci siamo gustati ieri sera e oggi ne faremo ancora al forno con delle arance ^-^Insomma anche a me piace avere le mani in terra e se prima urlavo quando nelle mie mani mi capitava un vermiciattolo o qualsiasi altro insetto ora ci parlo e lo sposto, ho solo un piccolo problema con gli afidi, si quelli ne sono schifata ma ci lavorerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, continua anche con l'orto...dà grandissime soddisfazioni! Anche io parlo con gli insetti, sono i miracoli degli orti :)

      Elimina
  4. arrivo ora sul tuo blog mi piace tantissimo

    RispondiElimina
  5. Carissima,bella questa tua riconnesione con il Sacro tramite l'attività più terrena che ci sia, anche se io t' immagino sempre intenta a mescolare pentoloni e sferruzzare e mi è nuovo pensarti in versione donna dell'orto mentre vanghi, un'altra delle tue mille risorse :) Benvenuti agli ospiti invernali di CasaEdera..il topino *.* Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando torni spero di potertelo presentare, sia il topino che gli uccellini di CasaEdera :*

      Elimina
  6. Sono affascinata dal cavolo nero. Come lo usi? Bello lorto in autunno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cavolo nero qui dalle mie parti si iusa soprattuttoper due ricette tipiche: la ribollita e la farinata di cavolo nbero. Buonissime e vegan! Poi io lo uso con la pasta, saltandolo in padella con aglio, olio e peperoncino. Oppure ci faccio ilpesto, dopo averlo scottato, tritandoloi con pinoli, mandolre e aglio. :)

      Elimina